OLTRE IL CONFINE



Vive il respiro
dell’ultimo suono di campana,
muore pigramente
la costellazione della vita
che ha interferito con me.
Varco il confine
oltre il quale
non ci sono più colori.
Tutto è monocromo,
come mandrie in bianco e nero,
la gioia è breve e violenta,
sotto il fascino
di grigie suggestioni
vittoriose sulla polvere
della nostalgia.


- Creature di maggio
- Oltre il confine
-
Passato imperfetto